Corrispettivi: No Sanzioni per II Semestre 19

Buone notizie che riguardano i soggetti il cui obbligo di invio telematico dei corrispettivi è cominciato il 1° Luglio 2019, ovvero per chi ha un volume di affari di oltre € 400.000,00.

Si può infatti rimediare alla mancata trasmissione dei corrispettivi, inviandoli telematicamente entro il 30 Aprile 2020, ovvero entro il termine di presentazione della dichiarazione IVA.

Anche quindi tutti i soggetti che nei giorni scorsi hanno ricevuto la comunicazione dell’anomalia possono quindi rimediare senza incorrere in sanzioni.

La violazione ovviamente riguarda solo la trasmissione telematica dei corrispettivi, fermo restando la regolarità della loro documentazione, memorizzazione e liquidazione delle imposte correlate.

Le sanzioni per omessa trasmissione sono pari al 100% dell’imposta relativa all’importo non correttamente documentato con un minimo di € 500 oltre a quelle accessorie.

Se avete ricevuto la comunicazione ma non sapete come fare a inviare i corrispettivi contattateci in studio e vi invieremo la nostra guida pratica che vi spiega tutti i passi da seguire.  Alternativamente, possiamo pensarci noi regolarizzare la vostra posizione.

 

Milano, 11/02/2020

Cogede
Ti Informa