Ecobonus nullo per edifici in costruzione

Se i lavori sono effettuati su un edificio ancora in costruzione, non possono essere detratte le spese sostenute per i lavori di ristrutturazione e di risparmio energetico sull’immobile.

Una precisazione della Cassazione con l’ordinanza n. 13043 del 15 maggio 2019, derivante dal disconoscimento nei confronti di un contribuente delle spese di ristrutturazione e risparmi energetico effettuate su un edificio in categoria F3 (ovvero mobile in costruzione)

Infatti, gli interventi, al momento della richiesta dei benefici non erano stati eseguiti su unità immobiliari già esistenti ma su porzioni di fabbricato non idonee a essere destinate ad abitazione.

Inoltre la Cassazione in sede di ricorso del contribuente ha ribadito che la ristrutturazione edilizia implica in quanto tale il recupero di costruzioni già esistenti, pertanto se l’immobile è in costruzione non può sussistere il principio di ristrutturazione. I contratti di fornitura elettrica e la domanda di condono edilizio preesistenti, non sono stati ritenuti documentazione idonea per legittimare la detrazione delle spese di ristrutturazione.

Milano, 11/06/2019
Cogede

Ti informa