Fattura elettronica invio in 12 giorni

A partire dal 1 Luglio 2019 cambiano i termini entro la quale bisogna emettere fattura a partire da una determinata data di effettuazione dell’operazione.

Un emendamento del decreto crescita, approvato dalle Commissioni riunite della Camera, stabilisce un posticipo di due giorni rispetto a quanto precedentemente stabilito, come termine per l’emissione della fattura elettronica. Se precedentemente era stato stabilito che dal 1 Luglio 2019, sarebbe stato necessario rispettare il limite temporale di 10 giorni dall’ effettuazione dell’operazione, ora il limite è stato spostato 12 giorni. Pertanto si ricorda ai nostri lettori che a partire da tale data, terminerà il periodo senza sanzioni per l’invio della fattura elettronica, entro il trimestre di liquidazione Iva. Ciò significa che se una determinata operazione è stata effettuata ad esempio il 2 Luglio, e la data della fattura riporta appunto tale data, l’invio della stessa deve essere effettuato entro il 14 Luglio, pena il pagamento di sanzioni per il tardivo invio. Sanzioni che sono proporzionate all’Iva tardivamente comunicata.

Ovviamente il sistema fatturazione elettronica è in grado di segnalare immediatamente le eventuali discordanze temporali. Quindi è necessario avere la massima attenzione, per non incorrere in spiacevoli sanzioni.

Milano, 13/06/2019

Cogede

Ti informa